PARCO GIARDINO SIGURTÀ, UN’OASI A DUE PASSI DAL LAGO DI GARDA

PARCO GIARDINO SIGURTÀ, UN’OASI A DUE PASSI DAL LAGO DI GARDA

ARIA DI PRIMAVERA

Io sono un’amante di parchi e giardini, e da inguaribile romantica oggi vi parlerò del Parco Giardino Sigurtà.
Questo splendido parco si trova sulle rive del Mincio, appena dentro in Veneto.
Ci sono stata due volte, la prima in giugno e la seconda in aprile, e sono rimasta colpita entrambe le volte. Nonostante le numerose persone, si gode di pace e tranquillità.
Il parco si può girare a piedi, ma all’interno c’è la possibilità di noleggiare biciclette o di fare il giro sul trenino. All’ingresso danno una cartina del parco. Non vi dirò come girarlo a mio parere è più divertente girovagare a caso senza una meta, vi racconterò invece cosa potrete incontrare.

Il parco

All’ingresso c’è un viale alberato con aiuole fiorite di tulipani, narcisi, viole e altre specie floreali. Un luogo interessante è il bosco di smeraldo così chiamato per via del colore dei tronchi delle piante, esso si trova nelle vicinanze di un enorme prato e sul quale è d’obbligo un pic-nic, lì è anche possibile giocare a carte in compagnia. Sempre su un lato del prato potrete trovare due specchi d’acqua comunicanti nascosti da un gruppo di alberi. In cima al prato è invece presente il monumento a Giuseppe Carlo Sigurtà, l’uomo che acquistò la tenuta, la ristrutturò, curò l’immenso giardino e lo rese accessibile al pubblico nel 1978.

Piante fiori e non solo

La parte di giardino confinante con la villa nella quale è possibile organizzare ricevimenti e soggiornare, è però recintata.  Per i bambini un’area interessante è la fattoria didattica, un’area recintata con caprette, galli e galline di diverse specie. Nello stesso luogo sono presenti un piccolo bar e dei bagni. Se da lì si prosegue lungo la strada si potranno vedere le pecore che dormono vicino allo steccato e non solo, perché quella zona del parco è abitata dagli scoiattoli che passano correndo sullo steccato vicini ai visitatori silenziosi. Inoltre il parco ha due viali di rose, costeggiati da vasche di ninfee e piscine con le tartarughe. La vasca in questione è un po’ nascosta e le tartarughe sono nel laghetto solo durante la bella stagione generalmente da maggio. In alcune delle vasche con le ninfee è possibile far partire a piacimento dei getti d’acqua mentre si passeggia sulle passerelle.

Ad un’estremità del viale delle rose si trova il labirinto, inaugurato nel 2011, nel cui mezzo è situata una terrazza… Riuscirete ad entrare e arrivare alla terrazza senza imbrogliare?
Sotto il castelletto, una struttura al tempo adibita a sala d’armi è presente una quercia secolare bellissima nel parco sono presenti moltissime varietà di piante e fiori. Il parco ha ottenuto diversi riconoscimenti, anche internazionali.

Quando visitare il Parco

Vi consiglio di farci visita in aprile se volete godere della fioritura dei tulipani, tenete comunque d’occhio il sito ufficiale del parco (www.sigurta.it), perché trattandosi di giardini tutto dipende dal tempo.

Un posto magico, che tramite la natura permette di ricaricarsi oltre che di godere di paesaggi, veramente molto belli.

Appuntamento quindi all’8 marzo per una straordinaria apertura!

Ah, quasi dimenticavo! Al seguente link troverete degli ottimi consigli per alloggiare a pochi passi dal Parco: https://www.booking.com/searchresults.it.html?city=-131659&aid=1447445&no_rooms=1&group_adults=1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »